Accorpamento IIS ‘P. Belmesseri’ – Pontremoli

484

A seguito delle notizie pervenute riguardo all’invito della Direzione generale Istruzione e Formazione della Regione Toscana rivolto alla Provincia di Massa Carrara ad approvare una nuova deliberazione in merito alla decisione già assunta dall’amministrazione provinciale di mantenimento dell’autonomia scolastica dell’IIS ‘P. Belmesseri’ di Pontremoli, gli studenti dell’Istituto si rivolgono a Lei con preoccupazione ma con la certezza che la nostra voce sarà ascoltata. Non vogliamo scendere in piazza con clamore e manifestazioni come altri in precedenza, crediamo nel dialogo e nel confronto con le Istituzioni, convinti che sappiano comprendere le nostre motivazioni.

Noi e le nostre famiglie crediamo in  una realtà scolastica, che,  come Lei ben saprà, rappresenta una tradizione consolidata da anni sul territorio, nella quale si sono formati professionisti che hanno contribuito anche alla crescita sociale ed economica lunigianese  e non solo; è una ricca offerta formativa e differenziata, su tutto il territorio lunigianese, rispondente ai bisogni del tessuto sociale locale e non solo, in quanto diversi alunni provengono da province /regioni limitrofe.

Siamo consapevoli che i numeri non sono dalla nostra parte, ma vorremmo fare un ragionamento sulle persone. Sicuramente stiamo soffrendo il trend nazionale negativo nelle iscrizioni e una crisi demografica che crea criticità alle scuole secondarie di secondo grado, in considerazione anche di una forte emigrazione verso le scuole de La Spezia, agevolata da efficienti servizi pubblici di quella provincia e strutture scolastiche in condizioni migliori. E l’alto livello di qualità della scuola lunigianese, l’essere persone e non matricole, il privilegiare i rapporti umani e il benessere a scuola non sono spesso sufficienti di fronte a tale concorrenza. Noi continuiamo a fare scuola senza laboratori – che ci sono ma non sono agibili -,  in classi spesso non idonee a passarci cinque ore tutti i giorni, con effetti negativi sulla didattica, che spesso non viene sacrificata solo grazie all’impegno dei nostri docenti che ci hanno abituati ad essere ascoltati: tutto questo in silenzio o cercando sempre il dialogo per trovare soluzioni, perché crediamo fortemente in questa scuola, radicata sul territorio, convinti che possiamo sostenerla e migliorarla. La Scuola per noi è anche un punto di riferimento in una realtà che poco offre dal punto di vista associativo e ricreativo ai giovani grazie anche alle aperture   pomeridiane  con diverse attività.

Siamo convinti inoltre che la specificità e la complessità degli Istituti Tecnici e Professionali, su un’area geografica così vasta, non possa essere gestita da un’unica presidenza e tantomeno da un’unica segreteria, sia dal punto di vista didattico e organizzativo, sia dal punto di vista del disagio che si creerebbe all’utenza – molti di noi provengono da piccole frazioni montane e diversi studenti dalla provincia di Parma. Non c’è dubbio che la posizione di Pontremoli favorisca un servizio efficiente all’utenza, soprattutto per ciò che concerne la segreteria, essendo servita dai treni, dalle corriere e casello autostradale. Non da poco, l’organizzazione dell’Alternanza Scuola Lavoro, così importante e caratterizzante gli istituti tecnico-professionali: la presenza di una segreteria efficiente è basilare per la gestione burocratica dei diversi progetti.

Se non bastasse, i risultati delle indagini a livello nazionale, attestano  il nostro Istituto come fra i migliori rispetto alla realtà provinciale e extra-provinciale, a riprova della qualità dell’offerta formativa  adeguata sia alla prosecuzione di studi universitari sia all’inserimento nel mondo del lavoro. Molte delle nostre eccellenze sono reclutate immediatamente dalle importanti aziende sul territorio.

Temiamo che l’unione in questo caso non sia la forza: non si tratta di difendere ‘campanili’, o privilegi, ma il diritto allo studio, di tutti, in condizioni adeguate e dignitose.

Certi che saremo ascoltati e disponibili anche ad un incontro con Lei, le porgiamo cordiali saluti.

Gli studenti dell’IIS ‘P. Belmesseri’

Sedi di Pontremoli, Villafranca, Fivizzano