Bilancio positivo ed in crescita per il castello del Piagnaro e per il Museo delle Statue Stele lunigianesi di Pontremoli

109

Il Castello del Piagnaro e il Museo delle Statue Stele lunigianesi confermano un trend positivo e in continua crescita. Aumentano i numeri dei visitatori, degli appassionati e dei turisti che giungono nel Comune di Pontremoli e si innamorano del fascino etereo dell’antico Popolo di pietra. Complice probabilmente l’anticipo della stagione estiva che il mese di aprile ha regalato al territorio e la comodità donata dalla realizzazione dell’ascensore che dal quartiere di Porta Parma conduce direttamente alla Fortezza, i dati dimostrano come sia in crescita la visibilità del Museo, il più visitato della Provincia di Massa Carrara. Ma non solo turisti.
A confermare questo trend ci sono anche gli Enti, i privati, i cittadini e le scuole che scelgono le sale del Piagnaro per ospitare eventi, convegni, matrimoni e laboratori. Numerose le scuole che si sono avvicendate nei mesi dell’anno scolastico per partecipare ad alcuni dei tanti laboratori didattici e creativi organizzati dalle Associazioni del territorio: piccole Statue Stele realizzate con il fimo, cacce al tesoro tra i vicoli del Piagnaro, laboratori di scrittura creativa o animati con streghe, lupo mannaro e folletti. E poi convegni organizzati dall’Ordine degli Architetti, dalla Regione Toscana a scopo di valorizzazione turistica, eventi a tema medievale con costumi e intrattenimenti dell’epoca. E infine numerosi matrimoni. Sono sempre di più le coppie che scelgono di dire di “Sì” nel cortile del Castello, attorniati dalla magica e inconsueta cornice, in cui suggestione, storia e antichità si fondono in un tutt’uno per rendere il giorno più bello della vita davvero unico ed indimenticabile.
Al 31 del mese di maggio il numero di ingressi mostra un aumento notevole. Erano stati 5461 i biglietti strappati al 31 maggio 2017. Sono 7217 quelli del 2018. Una differenza di circa 1800 presenze che fa ben sperare sul risultato complessivo che nel 2017 aveva sfiorato i 17000 ingressi.
Gruppi, famiglie, turisti, appassionati, scuole, storici, intellettuali, tutti si innamorano del Castello del Piagnaro e delle magiche Statue Stele con un andamento che dal 2000 si è praticamente raddoppiato.
Non serve ripetere i punti di forza di questo sito storico e culturale che ormai è conosciuto ben oltre i confini territoriali, entrato da poco a far parte della prestigiosa rete dei Castelli delle Terre del Ducato di Parma e Piacenza. La formula è davvero ben collaudata: storia, arte, cultura e tradizioni si fondono in un unicum che continua a rivestire di fascino e ammirazione, curiosità e interesse in tutti coloro che vi entrano in contatto.
E l’estate si presenta davvero ricca. Da laboratori per bambini a intrattenimenti e serate a tema come nel caso di Medievalis, il Castello del Piagnaro sarà vivo e attivo, pronto ad accogliere tutti coloro che arriveranno al suo cospetto tramite il comodissimo ascensore che ha abbattuto ogni limite fisico, di tempo o spazio, ma anche percorrendo i suggestivi e caratteristici “surcheti” che conducono direttamente all’apice del pittoresco centro storico di Pontremoli.
Un patrimonio in continua crescita ed implementazione, una risorsa per l’intero territorio e per la comunità collettiva. Bellezza e cultura ben si intersecano per dare vita ad un prodotto che giorno dopo giorno, anno dopo anno, mostra crescita, sviluppo e attenzione al dettaglio.
Il Museo delle Statue Stele e Castello del Piagnaro sono aperti ogni giorno dalle ore 10 alle 18.30. Per una visita insolita, per un pomeriggio unico, per una gita fuori porta che regali non solo stupore ma anche fascino e meraviglia. Una vera e propria garanzia.