Blitz del Fronte Nazionale Liberazione nani da giardino a Pontremoli

2119

Insolito rientro dalle vacanze per un noto professionista di Pontremoli.
Ignoti si sono introdotti nella sua proprietà alla periferia Nord della città sottraendogli 4 nani da giardino in terracotta,che aveva acquistato a inizio estate da un garden specializzato in Versilia.
A incrementare l’arrabbiatura del malcapitato un biglietto lasciato nella cassetta delle lettere in cui un fantomatico Fronte per la liberazione dai nani da giardino,rivendica la “cattura” dei nani per essere rimessi in libertà nei boschi della Lunigiana.

Il Fronte di Liberazione Nani da Giardino come riporta Wikipedia:” è un movimento di ispirazione goliardica che ha lo scopo di liberare i nani da giardino. Secondo gli aderenti, i nani, essendo completamente indifesi, sono preda di malvagie persone che li imprigionano nei loro giardini; essendo creature nate nei boschi, soffrono nel dover vivere intrappolati nei giardini, costretti a sorridere. Lo scopo del movimento è quello di liberare i nani riportandoli nel loro habitat naturale. La tradizione vuole che i nani ricambino la ritrovata gioia portando fortuna al loro liberatore. Apparentemente una bufala, il movimento esiste realmente. Trae le proprie radici in Francia intorno alla metà degli anni novanta e si è espanso sempre più, oltrepassando anche i confini francesi ed approdando anche in Italia[2] dove però i liberatori non si limitano a “riportare” i nani nel bosco come in Francia, ma provvedono anche a liberare le loro anime dalla prigione in gesso in cui sono racchiuse, rompendoli (ed evitando così una nuova cattura)”

È la prima volta che questo fantomatico movimento colpisce a Pontremoli.
A differenza del parmense dove gli episodi sono a decine ogni anno,specialmente in estate.

La speranza è che con la stagione dei funghi e delle castagne alle porte qualcuno rinvenga in qualche selva le statue e le restituisca al proprietario.