Il borgo di Previdè si aggiudica il Premio “Angolo del Natale 2017” e il “Borgo di Babbo Natale” festeggia un grande successo

681

L’Epifania a Pontremoli non significa solo fine del periodo di festività. Sì, il 6 gennaio è coinciso con la chiusura del “Borgo di Babbo Natale”, con il termine delle vacanze per studenti e maestre, con la conclusione di settimane ricche ed intense. Ma a Pontremoli la festa della nonnina più attesa dell’anno è stata anche l’occasione per dare degna conclusione del concorso indetto dal Comune di Pontremoli “L’Angolo del Natale”. Un contest che per il secondo anno consecutivo ha registrato un buon numero di partecipanti, che si sono equipaggiati con fantasia e creatività addobbando uno scorcio, una vetrina, un borgo, una frazione, un terrazzo o un angolo di Pontremoli, allestendolo a tema natalizio e valorizzando così buona parte del territorio.

E così nel pomeriggio di sabato 6 gennaio il Sindaco Lucia Baracchini si è recata al “Borgo di Babbo Natale”, dove ha premiato i partecipanti che secondo la Giuria hanno meglio di altri interpretato il tema del Natale.

Silvia Beghini per l’Area giovani, Fernanda Poletti per il turismo , Luciano Preti per l’area artistica e Franca Guerrini, delegata dal Sindaco, si sono riuniti nei giorni precedenti, facendo visita a tutti i luoghi in gara e decretando quindi i vincitori.

Terzo classificato il borgo di via Cavour che, contornato da alberi bianchi e blu si è presentato come un’incantevole passeggiata invernale e un connubio tra semplicità ed eleganza. Ad aggiudicarsi il secondo posto l’attività “Ladies and Gentleman” di Maikol Pettazzoni. La sua vetrina realizzata con cura e tanta fantasia ha saputo racchiudere un mondo magico fatto di colori, sogni e dolcezza. Infine ad aggiudicarsi il primo premio il borgo di Previdè, che ancora una volta ha saputo mettere in evidenza l’armonia di una comunità e l’amore per la tradizione, rendendo il piccolo centro storico una grande fiaba da raccontare. Ogni angolo è stato allestito ad arte per permettere a tutti di rivivere un passato che in quest’occasione si riaccende, sprigionando un tepore che ha il sapore di intimità e affetti, rendendo omaggio a usanze e tradizioni mai dimenticate dagli abitanti.

Infine, una menzione d’onore per gli alunni e le insegnanti della Scuola dell’Infanzia di via Roma, sezioni D e F, che hanno saputo trasformare la creatività e la spontaneità del loro essere bambini in un’allegra decorazione.

Il clima sabato è stato quello di festa e soddisfazione, con il Sindaco Lucia Baracchini che ha voluto ringraziare personalmente tutti i partecipanti e dire grazie per il coinvolgimento che la cittadinanza dimostra in queste occasioni.

Si chiudono così, per quest’anno, le porte del “Borgo di Babbo Natale”, che anche in quest’edizione ha registrato un’ottima adesione e partecipazione. Numerosi i visitatori che, anche da oltre i confini territoriali, sono arrivati per addentrarsi nel magico mondo dell’arzillo vecchietto, per vedere la sua camera, elfi e renne, per ascoltare una fiaba con il Cappellaio Matto o per spedire una letterina piena di sogni e desideri. Gli organizzatori, dal Centro Giovanile Mons. G. Sismondo, alla Società della Salute della Lunigiana, alle Catechiste della SS. Annunziata, alla Parrocchia di San Giovanni e Colombano, all’Assessorato al Commercio del Comune di Pontremoli e alla Pro Loco vogliono ringraziare tutti coloro che hanno contribuito e che si sono sentiti parte di questo grande e importante progetto: la Cooperativa Cadal, la Compagnia del Piagnaro, le ragazze dell’Ipm di Pontremoli, il Centro Alzheimer di Pontremoli, New Pol di Aulla, l’Associazione Lunicafoto di Pontremoli, gli operai comunali, i negozianti, le due pittrici Maura Folegnani e Maria Grazia Gussoni, Gemma Nozza e chi in un modo o nell’altro ha messo a disposizione tempo e volontà per questo grande risultato.

Un risultato che è di tutti e per tutti coloro che credono in Pontremoli e nelle sue enormi potenzialità.

Arrivederci al prossimo Natale.