Chiara Ferdani campione d’italia nei 1500

1567

Chiara Ferdani dopo un lungo stop ritorna ad imporre la legge del più forte. L’atleta lunigianese impegnata sul PalaIndor di Ancora si è laureata campionessa d’Italia nei 1500 di atletica leggera al coperto per Juniores e Promesse. Alla importante manifestazione in quest’ ultima categoria era iscritta anche l’ atleta lunigianese Chiara Ferdani portacolori dell’ Asd Atletica Spezia Duferco, la sua gara preferita e per la quale si era qualificata erano i 1500 metri. La lista delle iscritte comprendeva le migliori 12 atlete provenienti da tutta Italia, decise a darsi battaglia per indossare la maglia tricolore di campionessa d’ Italia. Così subito dopo lo starter è iniziato una gara tattica, nella quale la Ferdani è rimasta sempre nelle prime posizioni, pronta a rintuzzare qualsiasi tentativo di fuga delle avversarie ed a tenere il ritmo che via via andava aumentando causando una inevitabile progressiva selezione. Al suono della campanella dell’ultimo giro, l’atleta veneta della SILCA Conegliano, Vian Irene, rompeva gli indugi e si lanciava in un improvviso tentativo di fuga, alla quale però la Ferdani non si fa trovare impreparata e risponde prontamente, lanciandosi al suo inseguimento, fino a raggiungerla e a superarla negli ultimi 100 metri, dando sfogo alla sua irresistibile progressione finale che la portava a tagliare per prima il traguardo. Bellissimo ed emozionante l’abbraccio spontaneo e sincero dopo la gara fra le due atlete amiche, espressione del vero spirito agonistico sportivo. Grande la soddisfazione per Chiara, per Roberto Di Stani, per la conquista del settimo titolo di Campionessa d’ Italia conquistato dall’ inizio della sua brillante carriera sportiva anche se ancora breve per la giovane età. Inevitabilmente dopo la vittoria l’ occhio è andato al cronometro e quando è stato ufficializzato il tempo di 4′ 34″ 76 centesimi, la gioia è stata ancora più grande perché rappresenta il minimo per poter partecipare ai Campionati Italiani Assoluti in programma fra 15 giorni sempre nel capoluogo Marchigiano. Ma la festa non era ancora finita perché Chiara era iscritta anche nella gara dei 3000 metri Promesse, in programma Domenica pomeriggio. Pur consapevole che non è gara a Lei congeniale e che sicuramente i 1500 metri del giorno prima si sarebbero fatti sentire nelle gambe, la Ferdani si è presentata sulla linea di partenza per dare comunque il massimo. Così dopo lo sparo si è portata nelle prime posizioni e per l’andatura non particolarmente sostenuta il plotone si manteneva compatto. Però quando la situazione ha cominciato a movimentarsi si sono verificate una serie di cadute con il coinvolgimento anche dell’ atleta Lunigianese, la quale però con la caparbietà, tenacia e coraggio che la contraddistingue si è prontamente rialzata, ma ha dovuto procedere all’ inseguimento del gruppo di testa che nel frattempo aveva aumentato l’ andatura. Tutto questo ha reso difficile il ricongiungimento per lo sprint finale e la Ferdani ha comunque finito la gara onorando l’ importante manifestazione e conquistando un più che dignitoso settimo posto. La forte atleta filattierese intanto continua ad affinare la preparazione atletica sulla pista del Lunezia di Pontremoli sotto la continua osservazione dell’esperto coach Roberto Di Stani.