Una mezzanotte di San Silvestro troppo pirotecnica a Pontremoli, ora servono limitazioni

1009

È stato un ultimo dell’anno come da tempo non se ne vedevano in città quello che ha salutato il 2017. Pontremoli è stata presa d’assalto da centinaia di turisti che hanno letteralmente invaso i ristoranti e gli alberghi locali. A parte questo boom ben accetto e desiderato da tutti, ci sono stati però troppi botti di fine anno, che hanno provocato danni e malcontento generale.

Ad avere la peggio è stata l’autovettura di una giovane pontremolese che è andata a fuoco dopo la mezzanotte nella periferia nordest della città, una vetrata di un portone è stata scheggiata da un razzo a Mignegno, un cassonetto della carta è stato avvolto e distrutto dalle fiamme a Porta Parma (foto), decine le chiamate ai numeri utili per segnalare eccessi di festeggiamenti e fuochi proibiti. Alla messaggistica della nostra pagina facebook sono arrivati moltissimi messaggi di proprietari di cani che si erano allontanati da casa per la paura dei botti. Al ritrovamento di tre cani abbiamo contribuito noi attraverso decine di condivisioni da parte del nostro affezionatissimo pubblico.

Probabilmente si è un pò ecceduto, molti hanno in questi giorni contattato il Sindaco chiedendo per il 2018 un monitoraggio diverso e magari un’ordinanza contro i botti. (ordinanze che ricordiamolo lasciano poi il tempo che trovano, è impossibile controllare un territorio vasto in pochi minuti di una sola notte, gli eccessi ci sono anche dove i fuochi sono proibiti dai Sindaci, a prevalere deve essere il buonsenso, sempre).