Nel cuore del Brasile,un ristorante dedicato a Pontremoli

2064

È una storia di emigrazione e di lavoro duro. Di nostalgia e di amore per Pontremoli. Quella Pontremoli lasciata da Carolina Mori,poco più che adolescente,all’alba di una mattina di Primavera del 1910;prima il viaggio verso Genova,poi la nave che salpa verso l’Oceano e approda in Brasile,dove già molti Pontremolesi avevano trovato lavoro e speranza. In Europa i venti di guerra già soffiavano forti,per molti lunigianesi il Sudamerica era qualcosa di più di una speranza.

La signora Mori in Brasile trova anche il compagno di vita. Tale Contipelli di Carrara. Non torneranno mai più in Italia, Carolina
Ai nipoti racconta della Sua Pontremoli,della nostalgia per il Campanone e tutto il resto. Ricordi forti,ricordi di una nonna che i nipoti assorbono e si portano appresso per sempre. Ed è così che nel 2016 quando Bernard Contipelli, nipote appunto di Carolina, apre il suo ristorante di lusso nella cittadina di Campos do Jordão,50000 abitanti nella campagna dello Stato di San Paolo, a 300 Km da Rio,decide di chiamarlo con il nome della città Italiana che ha accompagnato la sua infanzia e da li nasce il ristorante “Il Cuore di Pontremoli” che i Contipelli e i loro numerosissimi clienti chiamano solo Pontremoli.
Cucina Italiana e brasiliana,ampia carta di vini Italiani, completano il menù di un Ristorante che in zona è conosciutissimo.
Da queste parti gli Italiani sono pochi,la zona non è prettamente tra quelle indicate dai tour operator, ma gli Italiano che passano di qui, si stupiscono del nome dato al locale e si fanno raccontare tutta la storia che vi abbiamo raccontato sopra.
Unica pecca, se proprio vogliamo trovarne una, è che nel locale non si servono i Testaroli di Pontremoli, i Contipelli non li conoscono proprio…per ora.
Se passate da quelle parti il ristorante è in Rua Das Hortênsias 406.
I titolari capiscono perfettamente l’Italiano. Vi sentirete a…Pontremoli.